22 settembre 2011

Happy Feet! Beauty routine per piedi felici!



Il fine settimana è vicino: preparatevi ad una tassativa mezz'oretta di relax, in solitudine o con le amiche, per occuparvi di questi poveri piedi sempre al lavoro, sempre di corsa, in bilico su tacchi alti e compressi in sandali stringati... siamo tutte loro debitrici, e se vogliamo che resistano per un altro sabato sera nei nostri stiletti nuovi, tra un aperitivo ed una notte danzereccia, senza meditare vendetta (e si sa che due piedi possono diventare molto cattivi, insieme!), regaliamo loro un bel trattamento di bellezza e benessere.. ed approfittiamone anche noi per regalarci un momento tutto nostro di tranquillità e pigrizia (o di pettegolezzi e risate, se in compagnia!).  Via le scarpe.. pronte?





Ecco i miei steps per rendere più felici i miei piedi.. spero possano essere utili anche a voi!


1: Il pediluvio

Piedi in acqua, ragazze! Servono solo un recipiente in cui i piedi stiano comodi e larghi (proprio come due principini viziati, insomma), acqua calda ed una serie di ingredienti vari ed eventuali, scelti in base alle nostre preferenze, come ad esempio:

- sale grosso da cucina: giusto un pugno per eliminare il senso di gonfiore e stanchezza e favorire la
   circolazione. Meglio evitarlo in caso di pelle particolarmente secca o di tagli e lesioni sui piedi.
- bicarbonato di sodio: per rinfrescare ed igienizzare.
- latte tiepido: un bicchierino sciolto nell'acqua calda per ammorbidire la pelle.
- camomilla: una tazza di infuso oppure una manciata di fiori di camomilla per rilassare e lenire.
- menta: foglie di menta oppure una tazza di the alla menta per rinfrescare e combattere la sudorazione.
- miele: un cucchiaino sciolto nell'acqua calda per ammorbidire la pelle.
- succo di limone: è disinfettante.
- olii essenziali: quelli che preferiamo per coccolare la pelle e godere dell'effetto dell'aromaterapia.
- bagnoschiuma: liquido, in ballistiche o in perle.


Quando l'acqua è bollente e fumante, componiamo la nostra personale miscela di ingredienti ed aspettiamo che raggiunga una temperatura meno elevata per immergere i piedi. Il pediluvio tiepido è l'ideale per la circolazione, a meno che non vogliamo concedere ai nostri piedi un trattamento sofisticato come il pediluvio alternato, con l'ausilio di due recipienti, uno con acqua fredda ed uno con acqua calda. In ogni caso, immergere per troppo tempo i piedi in acqua bollente o in acqua gelida stimola in modo eccessivo rispettivamente la vasodilatazione e la vasocostrizione.

Decisamente preferibile l'immersione in acqua a temperatura ambiente per un tempo che può variare dai 10 ai 20 minuti. Assolutamente vietato lo stress: molliamo per un po' il telefono, il pc ed il mondo esterno e dotiamoci di musica rilassante o un buon libro. Se proprio non potete fare a meno di questo blog nemmeno per pochi minuti (certo, è comprensibile), stampatene qualche interessantissimo ed acculturato post e leggetelo in santa pace mentre i piedi sono a bagno ^_^

2: Lo scrub

Alla fine del pediluvio, teniamo pronta ed a portata di mano la nostra mitica pappetta-scrub fai-da-te! Ognuna di noi, se abituata ad uno scrub-viso casalingo, possiede di certo la propria ricettina. La mia? Una tazzina, un cucchiaino di zucchero, alcune goccine di olio d'oliva ed un cucchiaino di latte detergente. Naturalmente le dosi sono da raddoppiare a meno che non si decida di scrubbare solo il piede più simpatico. Funziona esattamente come per il viso: massaggiare massaggiare massaggiare e scrubbare scrubbare scrubbare per una pelle nettamente più morbida e pronta ad essere impomatata ed oliata. Sfruttiamo il momento dello scrub per un magico massaggio rilassante, tenendo presente lo schema (vi assicuro, un toccasana.. mi è stato insegnato da un'esperta collega di lavoro/tirocinio e non potrei mai ringraziarla abbastanza!) della riflessologia plantare. Secondo questa disciplina, la pianta del nostro piede costituisce la perfetta riproduzione della mappa del nostro corpo, dalla testa (l'alluce) all'apparato genitale (il tallone), organo per organo.


Tenete il piede destro sul ginocchio sinistro e viceversa, così da poterne manipolare la pianta con facilità, e con movimenti delle dita mai troppo aggressivi massaggiate zona per zona, in senso orario, per qualche secondo. Bastano 5 o 10 minuti per ogni piede, ricordando di non tenere mai l'alluce stretto tra le dita: sarebbe come schiacciarvi il cervello! Con delicatezza, impugnatelo lateralmente tra le dita e fatelo ruotare in un senso e nell'altro, come se doveste disegnare un cerchio con la punta dell'unghia. Stessa cosa per tutte le altre dita. Ed ecco che i nostri piedi sono ben scrubbati e rilassati!

3: La pietra pomice

Prima di sciacquare i piedi ed eliminare le tracce della pappetta-scrub, con una pietra pomice (si trova a prezzi economici in tutti i negozi di profumeria e cura per il corpo) strofiniamo le parti più ruvide (con delicatezza! Ricordate lo schema della riflessologia plantare!) e sfruttiamo fino alla fine gli effetti benefici dello scrub!

4: Detersione

Ora possiamo sciacquare via tutti i residui di latte, miele, menta, camomilla, olio essenziale, zucchero, sale e chi più ne ha più ne metta! Magari utilizzando, insieme all'acqua tiepida, un sapone idratante all'olio d'oliva o alla lavanda. Da poco ho provato una saponetta Dove con crema idratante e me ne sono innamorata! Se non sbaglio si tratta della Dove Beauty Cream Bar con 1/4 di crema idratante. Meravigliosa.

5: Creme e cremine

A vostra discrezione, ammorbidite i piedi asciutti con i prodotti che preferite: olio, crema idratante, burro di karitè, borotalco.

Piedi felici, noi rilassate. Cosa c'è di meglio?



11 commenti:

Glitter in the air ha detto...

Questo lo eleggo come uno dei miei post preferiti!!!! Adoro il pediluvio...un momento rilassante e gratificante, brava!

http://glitter-i-t-a.blogspot.com/

rainbowbutterfly ha detto...

bello !!!!! io ho la pelle delicatissima specialmente quella dei piedi ;(( questa estate li ho coccolati spesso i miei piedi , nella bacinella mettevo sale grosso , olio di jojoba e di mandorle dolci e un cucchiio di balsamo splend'or al cocco ....diventavano MORBIDISSIMI :))IN INVERNO LI TRASCURO UN Pò...

LaJolie ha detto...

Bella idea questa del balsamo Splend'or!!

Alessandra F. ha detto...

bel post! anch'io seguo gli stessi step :) ti seguo, se ricambi mi fa molto piacere ^_^

Camelia Flower ha detto...

ciao! è passato un sacco di tempo dall'ultima volta che ho commentato, in estate non ho avuto internet ma adesso sono tornata anche io col mio blog! ^_^
http://cameliabeautyandrandom.blogspot.com/2011/09/pieces-of-summer-ireland-flowersetc.html

Romina ha detto...

Oh ma che meraviglia! E quella pianta è proprio interessante, mi sa che la salvo subito tra le immagini!

Romina

Gemma ha detto...

Devo vincere la pigrizia e concedere ai miei piedini il trattamento da te proposto, devo assolutamente provarlo!

Cheap is Chic

FeelsoPretty! ha detto...

*_* appena ho un po' di tempo provero' di sicuro! :) bellissimo post e utilissimo!!! baci

caffèlatte ha detto...

Benfatto cara ,
ottimo post e spunto per un momento tutto nostro e doveroso !!
Grazie delle dritte ...
baci
memyselfandanautumnday.blogspot.com

Make-up Pleasure ha detto...

Molto interessante, io ho i piedi che sembrano carta vetrata >.<
seguirò i tuoi consigli

Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

bello da leggere, da vedere (graficamete)

ottimo lavoro


http://nonsidicepiacere.blogspot.com/