27 marzo 2011

What's in your bag...?!

*Attenzione: post fashionissimo con alto tasso di polemica e di blablabla!*

Come vi sentite quando qualcuno, per sbaglio o per invadente curiosità, fruga nella vostra borsa? Probabilmente come se avesse sbirciato sotto la vostra gonna: la borsa di una donna è uno scrigno sacro, inviolabile e segretissimo. Nella sua Interpretazione dei sogni, Freud associava la borsa di una donna alla sua intimità, al suo spazio più segreto e personale, ed anzi la borsa come simbolo onirico rappresenta addirittura, talvolta, la vagina...! Ma a parte questa digressione psicoanalitica (perdonate, quì si entra nel mio campo, ed io sono un caso perso di déformation professionnelle!)... torniamo a noi! Ripeto: come vi sentite quando qualcuno fruga nella vostra borsa? Io divento una belva feroce ed assetata di sangue, pronta a gridare al malcapitato di turno, fidanzato compreso, ogni tipo di insulto e minaccia ("non toccare la mia borsa!!! X___X"). Non è che io nasconda chissà quali tremendi segreti nella mia adorata borsetta in ecopelle color taupe. Ma insomma. Potrò sentirmi libera di tenerci dentro un assorbente di emergenza, un fazzoletto usato che non so dove gettare, la merendina per l'attacco di fame di metà mattinata, il taccuino delle cose da comprare ("strisce depilatorie, lamette, salviettine intime.."). Per tutti i puffi del mondo, non mi va certo che tutti sappiano gli affarucci miei. E allora cosa pensare quando nelle vetrine di Furla spunta fuori un carinissimo e trasparentissimo bauletto colorato, che sarebbe perfetto con quel vestitino comprato l'altro giorno e quelle scarpe in tinta che non indosso da tantissimo tempo....?

Eh beh. Carina è carina. Si chiama Candy Bag, la sua testimonial è una celebre fashion blogger italiana / pubblicità umana ambulante, ed a quanto pare Furla ce ne fa vedere di tutti i colori, eh.

Unica domanda: se una borsa ed il suo contenuto sono così sacri per noi donne, siamo davvero disposte a spendere ben 150 euro per un (delizioso, sì) bauletto trasparente da passeggiata? Possiamo veramente camminare per le vie del centro, andare a lavoro ed al brunch della domenica con le amiche con tutte le nostre cosine ben in vista?

Gli stilisti pensano di sì, eccome! Perchè tra una ricerchina e l'altra online mi sono resa conto che la borsa trasparente è un must di ogni casa di moda, sin dagli anni '90. Ed all'appello non manca nessuno.

Tutte supernaked e per nulla timide, tutte in limited edition, tutte in polivinile (pvc), firmatissime e soprattutto costosissime. La Chanel 2.55, deliziosa, assolutamente piccina e da passeggio. La Dolce&Gabbana, con pochettina nascondi-segreti, più capiente. La Prada, con inserti in pelle nera, la più costosa in assoluto: supera i 1000 $.

C'è persino lei, LEI, la borsa con la B maiuscola: la Kelly di Hermès! In versione plasticosa e supertrasparente, all'epoca in limited edition, oggi assolutamente rara, quasi un pezzo vintage. Si chiama "Security Kelly", all'epoca progettata per i controlli aeroportuali (oggi non riceverebbe alcun trattamento di favore al check-in!). Prezzo? Ormai quasi quanto una Kelly in pelle. E poi, la Louis Vuitton, color caramello e con inserti in pelle dorata.

Oscar de la Renta: borsa da viaggio in pvc e pelle bianca, con etichetta dorata. Look da borsa da spiaggia per la modica cifra di 800 $ ed oltre. Viaggiare con lei al braccio equivale ad un paio di viaggetti per l'Europa con compagnie aeree low cost ed hotel 3 stelle. Che lusso, ragazze! E naturalmente come poteva mancare Marc Jacobs, autore delle borse di pelle più adorabili della mia interminabile wishlist dei sogni: una borsa in pura plastica un (bel) po' bruttina per  il suo prezzo, circa 200 $. Opinione personale, s'intende!
Beh, lo ammetto. Non mi dispiacerebbe andare in giro con una deliziosa Chanel Naked al braccio, o passeggiare per le stradine di Capri con una Oscar de la Renta trasparente nuova di zecca. E chi tra noi non ha esultato di gioia alla vista di una simpaticissima Kelly in pvc? Accidenti: questi stilisti sanno come prenderci per la gola. Nonostante, a volte, ne sappiano veramente poco di necessità femminili, praticità e comfort. Ci fanno camminare su un tacco15, croce e delizia, che ci svuota il borsellino. Ci propongono una clutch così adorabile che poco importa se non riusciremo a farci entrare nemmeno il cellulare. E poi, grande idea: la borsa trasparente. Perchè in fondo le ragazze non hanno segreti..........??? 
Sapete qual è il problema? La Candy bag di Furla è veramente carina. Carina nel senso che appena avvistata online ho subito fantasticato su quando indossarla e su come abbinarla ai 32 denti del mio sorriso. Ma quanto costa fabbricare una borsetta in pvc? Quei 1000 dollari di una Prada 90% plastica / 10% pelle rappresentano davvero il costo di produzione (o di parte di essa) di un accessorio in pvc? Certo, paghiamo l'idea. Paghiamo la firma, il controllo di qualità, la pubblicità, l'edizione limitata in esclusiva, ecc. Ma le proporzioni non sono un po'... sproporzionate, in questo caso..? E come mai una borsa di pelle, totalmente in pelle, pelle vera, che sia o meno firmata, solitamente raggiunge prezzi molto più bassi? Insomma, fanciulle: ci stanno prendendo in giro? Ok all'accessorio sfizioso, che sia pure trasparente (magari con pochettina annessa per nascondere gli oggetti più personali, o semplicemente per una passeggiata informale occhialidasole/telefonino/agendina/portacipria/gommedamasticare). Ma quanto può costare uno sfizio?
Mi farebbe piacere sapere la vostra, che siate d'accordo o no!
Salut les filles! :)

8 commenti:

Rosachiara ha detto...

Trovo il tuo blog adorabile ^_^
Quindi..nuova follower!

Caramella ha detto...

Capisco come ti senti, non è affatto carino quando qualcuno fruga nella tua borsa! Sono molte belle queste borse 'trasparenti'! Se vuoi una simile ma a prezzo basso, io ho una di Batz Maru della Sanrio...solo che è una borsa da spiaggia!:)

!CE ha detto...

Spiacente, io non riuscirei mai e poi mai a usare una borsa trasparente! Molto belle sulla carta, o al braccio di qualcun'altro!
Mi piace molto il tuo stile comunque, complimenti! Un blog fresco, interessante e ben realizzato!
=) +1 follower!

Mari ha detto...

Sono gelosa del contenuto della mia borsa... ma le borse trasparenti sono carine, a patto che il contenuto lo sia altrettanto! La Candy bag di Furla ha secondo me un prezzo eccessivo, stavolta Chiara Ferragni non mi ha convinta! Tra le borse da te postate mi piace quella di Oscar de la Renta!
Grazie per il Kreativ Blogger! Sei stata carinissima!
Mari

The hope isn't a dream ha detto...

cara ogni tuo post è interessante.. a me non piace l'idea che tutti possano vedere l'interno della mia borsa, se un giorno dovessi avere un assorbente in bella vista??? no non ci siamo proprio
e poi vogliamo parlare del costo??
la furla 150 euro?? per della plastica.. stiamo degenerando secondo me
un abbraccio

yumiKo ha detto...

Adoro le pvc bag! Io l'ho comprata di Blugirl! Passa dal mio blog se ti va!
Ti andrebbe di seguirci a vicenda? Io lo sto gia facendo! :)
kiss,yumiKo

yumikontheworld.blogspot.com

Borsa ha detto...

Quale bellezza, queste borse sono soprattutto semplicemente splendide il cabas trasparente di Louis Vuitton, "un sogno", a mio parere!

opzioni binarie ha detto...

Queste borse sono tutte assolutamente splendide. Difficle di fare una scelta. Amo avere soprattutto una borsa piuttosto grande i giorni dove investo in Borsa, ciò mi porta felicità.