25 gennaio 2011

Hard to be in my shoes..!

Ve la ricordate quella canzoncina che faceva:

"..in these shoes? I don't think so.. let's stay right here!.. No le gusta caminar..."

..? Ebbene, nel periodo in cui la canzone spopolò, non potevo ancora nemmeno immaginare che di lì a pochi anni mi sarei trasformata in un mostro feticista affamato di calzature. Di lunga peggiore di Carrie Bradshaw, signorine, sì. Perchè se Carrie si regala un paio di Manolos da 400 dollari in occasione di un cuore spezzato, di un appuntamento importante o di un colpo di fulmine (per le scarpe, s'intende), prosciugando il portafogli per concedere ogni tanto a se stessa un meritato e costoso regalo, la sottoscritta - forse assistita da una spietata e generosa dea delle scarpe che, con tanto di ali brillantinate e bacchetta magica, la guida nei posti giusti al momento giusto - si è resa conto di aver accumulato negli anni una tale quantità di calzature "di fortuna" - incredibili svendite di campionario, numeri piccoli in super-offerta, amori improvvisi sbocciati per quel colore/tacco/puntatonda/cinturino - acquistate compulsivamente seppur senza danni o alterazioni inguaribili al budget mensile, tanto da ritrovarsi ormai ai piedi di una sorta di invadente ed inquietante ziggurat di scatole da scarpe, che troneggia fiera e vittoriosa sul pavimento di una stanza troppo piena di deliziose cianfrusaglie. Ammetto di avere un piccolo problema. E ne ho avuto una conferma quando, tra un conticino e l'altro, mi sono resa conto che nell'ultimo mese sono riuscita ad adottare quattro, no, dico, quattro paia di scarpe (..così sole e tristi su quel bancone.. avevano davvero bisogno di una giovin donzella che le prendesse con sé e le amasse  incondizionatamente per il resto della vita..!). Ebbene. Prima di telefonare al mio nuovo psichiatra per fissare un appuntamento d'urgenza, vi mostro le mie ultime conquiste, il bottino!

Non vi sto ad elencare marche o firme perchè non si tratta di scarpe griffate o con marchi particolari, se non nel caso delle prime, firmate Lola Cruz, marchio spagnolo della cui esistenza sono venuta a sapere proprio in occasione di questo acquisto, un numero 36 di fortuna che il mio piede 37 è riuscito amorevolmente ad indossare. Più che alle firme, ho sempre prestato più attenzione alla qualità ed all'estetica, fattori possibilmente accompagnati da un prezzo che non provochi un ictus - per una come me, sempre piuttosto squattrinata e che  soprattutto ama cambiare spesso, è decisamente controproducente giurare amore monogamo ad un singolo stiletto, un singolo stivale e ad una singola francesina abbinabili all'intero armadio. Le ultime arrivate sono tutte in pelle, verniciate in colori vivaci e soprattutto incredibilmente fascinose: mi hanno stregata al primo sguardo come raramente un uomo è mai riuscito a fare. 
- Le prime, le Lola Cruz, sono in stampa cocco verde bosco, la foto non rende molto la loro particolarità che è il tacco, cicciotto ed in legno scuro un po' striato. Le vedo molto in un outfit un po' stravagante
- Le seconde sono in verde oliva, hanno un tacco diritto e piuttosto alto, circa 10 cm, mi danno l'idea di un outfit formale ed elegante, un po' professional ma di classe
- Le viola, più sobrie, con laccetto decorativo e fibbietta posteriore, hanno un tacco un po' più basso, adatto ad una mattinata di lavoro e commissioni in giro. 
- Ed infine, le mie Oxford rosse, perfette per uno stile college con un pizzico di colore.
Spero di riuscire presto a mostrarvi i quattro outfit ai quali sto pensando!
Buon martedì a tutte!

3 commenti:

Mari ha detto...

Come ti capisco! Come si fa a non adorare le scarpe? Le scarpe verdi sono molto belle!
Mari
www.raccoltadifferenziatachic.blogspot.com

Martina ha detto...

Adorabili le tue scarpine! Saranno sicuramente più felici con te che nel triste orfanotrofio (l'asettico negozio!) :)
Martina

cipriaretro.blogspot.com

S ha detto...

Sei in buona compagnia, anche io sono una maniaca delle scarpe, ormai ho smesso di contarle e non so più dove metterle!
hai un bellissimo blog!
Baci
S

http://s-fashion-avenue.blogspot.com